L’automazione nelle aziende produttrici di prodotti alimentari

Vi sarà certamente capitato di assistere ad uno di quei programmi televisivi in cui vengono aperte le porte delle aziende produttrici di prodotti alimentari dando la possibilità, a noi da casa, di poter vedere in azione i complessi macchinari che preparano e confezionano il cibo che poi portiamo in tavola.

La robotica applicata nelle aziende alimentari

La catena di creazione dei prodotti all’interno di un’azienda è formata principalmente da macchinari i quali devono essere in grado di rispondere alle sempre più crescenti richieste del mercato. La popolazione mondiale è in costante aumento e così anche la domanda dei prodotti alimentari ma oltre alla quantità degli alimenti lavorati che devono essere immessi sul mercato è necessario anche avere un occhio di riguardo sulla qualità degli articoli prodotti, quindi, il fattore umano è e sarà sempre indispensabile nonostante l’alta percentuale di automatismo all’interno delle fabbriche.

Quali sono le fasi che devono essere seguite all’interno di un’azienda durante la produzione e la preparazione degli alimenti?

Occorre, innanzitutto, far presente che il processo produttivo viene diviso in fasi, tra queste abbiamo la prima, detta anche processo primario, nella quale gli alimenti crudi (quindi la materia prima vera e propria) vengono selezionati, puliti e mescolati (se vengono acquistati altrove, occorre inserire l’ulteriore passaggio relativo al trasporto).

Nella fase successiva, detta procedimento secondario, le materie prime vengono combinate tra loro al fine di creare i prodotti richiesti dal consumatore intermedio o finale.
Le fasi finali, invece, prevedono il confezionamento dei prodotti e il successivo trasporto presso i rivenditori.

Quali sono i macchinari impiegati nella produzione e nella lavorazione degl’alimenti?

I macchinari sono davvero tanti, fra questi vi sono:

– cutter industriali sottovuoto: questi strumenti vengono utilizzati per il taglio e lo sminuzzamento delle matterie prime, l’ambiente di lavorazione è sottovuoto al 90% e questo permette di creare un impasto privo di bolle d’aria, il prodotto che si ottiene è un composto utilizzabile per ripieni e carni omogeneizzate; questi cutter possono avere anche l’opzione cottura la cui emulsione prodotta può anche essere cotta tramite il riscaldamento del piatto (la cottura solitamente è a vapore);

– miscelatori per salamoia: questi macchinari vengono impiegati nella preparazione di soluzioni a base di sale, una volta pronta, questa soluzione viene iniettata nelle carni e nei pesci; in poche parole, è un condimento. In pratica questa macchina crea una miscela costituita da un mix di ingredienti in polvere i quali vengono emulsionati con l’acqua; l’operatore regola l’intensità e la macchina provvede come da istruzioni. La miscela ottenuta varia di densità in base alla quantità d’acqua che viene inserita.

– Emulsionatori per carne e pollame: oltre a provvedere a tagliare e a tritare la carne (e le ossa), questo macchinario viene utilizzato per ridurre la materia prima in una pasta di calibro finissimo la quale poi viene impiegata per la produzione di salumi, wurstel e anche mortadella.

Dove vengono prodotti questi macchinari?

Come è intuibile, questi macchinari vengono prodotti in quasi tutto il mondo. In Italia, una delle aziende sempre presenti nelle fiere rappresentative di questo settore è la Nowicki Srl la quale produce questi macchinari fin dal 1974 i quali vengono interamente costruiti in acciaio inossidabile materiale importantissimo se si vuole garantire una sanificazione profonda e completa.

La produzione di questi macchinari, a prima vista può apparire semplice, invece, dietro alla loro progettazione spesso sono presenti decine di ingegneri, tecnici e operai specializzati nella produzione degli elementi costitutivi delle macchine. In rete si trovano video che spiegano del dettaglio la costruzione e l’assemblaggio di queste opere e il successivo impiego presso le aziende. Se siete interessati ad approfondire l’argomento potete visitare anche il sito internet di questa azienda: www.nowickisrl.com.