Forni industriali: tipologie e utilizzi

Spesso non si realizza quanto sia importante investire in un forno progettato su misura in base alle proprie esigenze. Esistono, infatti, diversi tipi di forno, ognuno con le sue caratteristiche di base che possono essere ottimizzate per ottenere un forno perfetto per la propria attività.

Le tipologie di forno

Per prima cosa bisogna mettere in evidenza il fatto che esistono diverse tipologie di forno. Difatti, nell’ideale comune, quando si parla di forno, soprattutto se industriale, si pensa subito a macchinari idonei alla cottura di cibo o pizza, ma ovviamente non è così. Infatti esistono moltissime industrie che impiegano forni per la lavorazione dei metalli, dato che vi sono numerosi modi di lavorare i metalli.

Forni industriali per pizza

I forni per pizza sono largamente impiegati in tutte quelle industrie che lavorano questo tipo di alimento, ma ci sono diversi tipi di forno per pizza: a legna, a gas, ibridi legna-gas, a pellet e a bricchetti.

La cottura a legna conferisce al prodotto finito il classico odore e sapore della pizza preparata al momento in pizzeria. La cottura tramite forno a gas invece va bene per chi punta ad una maggiore efficienza in rapporto ad una semplicità di utilizzo maggiore rispetto al forno a legna.

Il forno industriale ibrido, invece, è adatto a chi cerca il punto di incontro tra il forno a legna e a gas, infatti esso dà al prodotto finito il sapore della cottura a legna ma con l’efficienza di un forno a gas.

Il forno alimentato a pellet invece, dà risultati simili a quelli del forno a legna ma con la marcia in più conferita dall’aroma che possono sprigionare i pellet.
Il forno alimentato a bricchetti invece conferisce un risultato simile al forno a legna, ma i bricchetti hanno bisogno di una maggiore attenzione per la loro composizione chimica.

Forni industriali per lavorazione e trattamento dei metalli

I forni utilizzati per il trattamento dei metalli richiedono particolari attenzioni poiché dovranno produrre altissime temperature per poter permettere una lavorazione ottimale e sicura. Per la lavorazione dei metalli vengono impiegati forni da fusione, forni da attesa e forni, per così dire, ibridi da fusione e attesa.

I primi vengono utilizzati per fondere i metalli per poi essere trasferiti in determinati stampi a seconda del suo utilizzo finale. I forni da attesa vengono usati per fondere i metalli e mantenerli nel loro stato fuso finché non verrà utilizzato.

I forni da fusione e attesa, invece, svolgono i due compiti precedenti, ma vengono svolti dallo stesso forno in modo da avere un solo macchinario invece che due.
Questi processi possono essere svolti tramite l’ausilio di specifici forni come il forno a crogiolo, il forno a bacino o il forno a camera calda.

Per il trattamento dei metalli, invece, spesso si utilizzano forni particolari come forni per riscaldo, forno per distensione e forno per ricottura, ognuno dei quali è idoneo al trattamento di diverse tipologie di metallo grazie alle loro caratteristiche ben precise.

L’importanza di un forno progettato su misura

Date le particolari caratteristiche di tutti i forni nominati finora, è molto importante puntare ad un forno progettato su misura in base alle proprie esigenze. Difatti, ogni industria o attività è diversa dalle altre, di conseguenza può avere determinate necessità in più o in meno rispetto ad altre.

Il vantaggio di avere un forno industriale progettato in base ai bisogni della propria attività permette di rafforzare ed ottimizzare tutti i punti di forza che si possiedono ed ottenere, così, un prodotto finale perfetto e che rispecchia appieno il nome dell’azienda.

In Italia è presente una realtà che si occupa di tutto ciò ma anche di più, infatti offre progettazione di forni su misura, ma anche assistenza e ritiro e smaltimento di forni usati. Dal 1975 è leader del settore grazie alla profonda attenzione al dettaglio e alla qualità. Potete trovare ulteriori informazioni sul sito www.ferropietro.it.